Gruppo IMQ

Sistemi efficienti d'utenza (SEU e SEESEU): il 30 settembre 2015 scade il termine per la presentazione al GSE delle richieste di qualifica

Sconti sugli oneri generali di sistema per i sistemi qualificati


Vanno presentate entro il 30 settembre le richieste di qualifica per i Sistemi Efficienti d'Utenza (SEU) e quelli ad essi equiparati (SEESEU).

La qualifica, lo ricordiamo, comporta per SEU e SEESEU benefici consistenti in uno sconto sugli oneri generali di sistema che, di fatto, sono applicati alla sola energia prelevata e a una piccola frazione di quella consumata.

 

SISTEMI EFFICIENTI D’UTENZA (SEU e SEESEU)
Il combinato disposto della Legge 99/09 e del DL 91/14 (convertito dalla Legge 116/14) prevede, a decorrere dal 1/1/2014, così come attuato dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico con la Delibera 578/13, che i clienti finali siano tenuti al pagamento degli oneri generali di sistema sull’energia consumata, ivi inclusa l’energia autoprodotta e consumata in sito.


In questo contesto, fanno eccezione i Sistemi Efficienti d’Utenza (SEU) e quelli ad essi equiparati (SEESEU), che hanno diritto ad un beneficio specifico, consistente in uno sconto sugli oneri generali di sistema che, di fatto, sono applicati alla sola energia prelevata e a una piccola frazione di quella consumata. L’accesso ai benefici per SEU e SEESEU è subordinato all’ottenimento di una qualifica da richiedere tramite l’apposito portale informatico del Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

La notizia interessa tutti i soggetti che hanno produzione e autoconsumo di energia, ad esempio impianti di cogenerazione, fotovoltaici, idroelettrici ed eolici.
Come stabilito dalla Delibera dell'Autorità n. 578/2013/R/eel, per accedere alle agevolazioni riservate ai SEU e ai SEESEU occorre che i Sistemi di Produzione e consumo siano qualificati come tali.
Ricordiamo che i SEU e i SEESEU beneficiano dell'agevolazione consistente nel pagamento degli oneri di rete solo sull'energia prelevata dalla rete pubblica e in quota parte sull'energia consumata.


Il GSE ha reso note le "Regole applicative per la presentazione della richiesta e il conseguimento della qualifica di SEU e SEESEU per i Sistemi entrati in esercizio entro il 31/12/2014". Le richieste di qualifica vanno presentate al GSE utilizzando il portale aperto il giorno 3/3/2015. Come previsto dalla normativa, le imprese possono richiedere la qualifica entro il 30/9/2015 per evitare di perdere i benefici previsti a decorrere dal 1/1/2014.


La qualifica SEU o SEESEU avviene in modo automatico per gli impianti entrati in esercizio entro il 31/12/2013, che usufruivano al 1/1/2014 del servizio di scambio sul posto oppure per gli impianti entrati in esercizio entro il 31/12/2014 che accedevano al servizio di scambio sul posto nell’anno 2014 o per una parte dell’anno 2014.
Si evidenzia che la presentazione della richiesta di qualifica di SEU o SEESEU presuppone la corretta registrazione su GAUDÌ degli impianti di produzione, del/dei relativo/i produttore/i facente/i parte dell’ASSPC e il conseguente rilascio del codice CENSIMP e del codice richiesta.


TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

I TEE sono intesi ad incentivare gli interventi di efficienza energetica negli usi finali dell’energia elettrica, del calore e, in generale, dei combustibili e carburanti di origine fossile, tramite l’adozione di tecnologie all’avanguardia. Essi rappresentano un importante strumento attraverso il quale il Governo Italiano mira a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra imposti dal Protocollo di Kyoto.
I TEE certificano per 5 anni consecutivi (in alcuni casi 8 anni) i risparmi annuali di energia primaria espressi in Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP/anno) e sono commercializzabili nel mercato organizzato dal GME secondo le regole approvate dal GSE o attraverso contratti bilaterali.
Il sistema prevede il superamento di predefinite soglie minime di risparmio per ottenere i TEE ed include forme di cumulabilità degli interventi per raggiungere le soglie medesime.
Per la richiesta dei TEE possono essere impiegati i seguenti metodi di calcolo dei risparmi:

  • standardizzati (schede tecniche predisposte): i risparmi sono calcolati solo in base al numero di unità fisiche di riferimento (UFR) oggetto di intervento e non necessitano di misure dirette;
  • analitici (schede tecniche predisposte): i risparmi sono calcolati con un algoritmo predefinito e la misura diretta di alcuni parametri di funzionamento del sistema considerato;
  • a consuntivo (con una proposta di progetto e di programma di misura che deve essere approvata dal GSE): i risparmi sono calcolati in base ad un completo piano di monitoraggio, che deve considerare tutti i fattori esterni che possono incidere sui risparmi stessi

A partire dall’avvio del sistema di incentivazione fino al 31/10/2011 ogni TEE coincideva con un TEP risparmiato. Dal 1/11/2011 a ciascun TEP risparmiato corrispondono più TEE secondo coefficienti di durabilità predefiniti e diversi in funzione del tipo di intervento: tali coefficienti sono stati introdotti per tener conto del fatto che gli interventi generano risparmi per un numero di anni (vita tecnica) superiore a quello di diritto al rilascio dei TEE (vita utile di 5 o 8 anni).

I progetti a consuntivo possono essere presentati al GSE solo per interventi in corso di realizzazione o di futura realizzazione, mentre con le schede standard e analitiche è possibile richiedere i TEE anche per interventi già eseguiti (entro determinati limiti di tempo).

Il mercato dei TEE resta molto vitale per il fatto che la legislazione italiana ha individuato una serie di soggetti obbligati a conseguire determinati obiettivi annui di risparmio energetico. Tali soggetti sono i distributori di energia elettrica e di gas con più di 50.000 clienti finali e, per raggiungere gli obiettivi imposti, possono:

  • realizzare direttamente interventi di efficienza energetica;
  • acquistare i TEE derivanti da interventi fatti da altri soggetti (sia soggetti obbligati che hanno conseguito risparmi superiori ai loro obblighi, sia soggetti volontari).

Naturalmente sono previste sanzioni economiche nei casi di inadempienza.

Nelle sessioni di mercato dell’anno 2015 il prezzo di vendita di un TEE (determinato dall’incontro di domanda e offerta) è variato nell’intervallo (90÷110) €.

Contattaci per saperne di più  e per informazioni sui servizi di diagnosi energetica

 



Per richiedere preventivi, certificazioni e maggiori informazioni

CONTATTACI