Gruppo IMQ

Certificazione centri di monitoraggio e ricezione allarmi - IMQ

Come è noto, il Decreto n 269/2010, in vigore dal 15 marzo 2011, ha previsto per il settore della vigilanza privata l’obbligo di certificazione dei Centri di monitoraggio e di ricezione di allarme adibiti a servizio pubblico, rilasciata da un Organismo di certificazione indipendente (OdCI) accreditato ACCREDIA, in conformità della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17065.
 
La certificazione è finalizzata a garantire, con un adeguato livello di confidenza, la rispondenza del centro ai requisiti minimi di progettazione, realizzazione e funzionamento in conformità alla seguente normativa di riferimento:
• Norma UNI CEI EN 50518-1:2014 “Centro di monitoraggio e di ricezione di allarme - Parte 1: Requisiti per il posizionamento e la costruzione”
• Norma UNI CEI EN 50518-2:2014 “Centro di monitoraggio e di ricezione di allarme - Parte 2: Prescrizioni tecniche” • Norma UNI CEI EN 50518-3:2014 “Centro di monitoraggio e di ricezione di allarme - Parte 3: Procedure e requisiti per il funzionamento”
• Decreto del Ministero dell’Interno n° 269 del 1° dicembre 2010 per le parti applicabili e in particolare l’allegato E (Requisiti minimi delle infrastrutture per le telecomunicazioni)
• Decreto del Ministero dell’Interno n° 115 del 4 giugno 2014
• Disciplinare del Capo della Polizia del 24 febbraio 2015 L’esperienza acquisita in questo settore avvalora le competenze di IMQ quale Organismo di certificazione anche nell’ambito del Decreto del Ministero dell’Interno n. 115 del 4 giugno 2014.
 
Da anni IMQ S.p.A. opera, prima in ambito volontario in qualità di OdCI, ed ora come OdC Accreditato in ambito cogente, applicando uno schema finalizzato alla gestione ed al rilascio di tali certificazioni. L’esperienza acquisita nell’applicazione dello schema, unitamente alle conoscenze di carattere tecnico storicamente consolidate, identificano in IMQ S.p.A. il profilo dell’OdC di parte terza in grado di erogare il servizio richiesto.
 
ITER DI CERTIFICAZIONE E RELATIVO MANTENIMENTO
La certificazione di conformità delle centrali di telesorveglianza ha durata triennale e prevede:
• I° anno: attività iniziale con rilascio del certificato, composta da una verifica documentale (fase 1) e da un successivo audit (fase 2), subordinato all’esito positivo della fase 1;
• II° anno: attività di sorveglianza con conferma del certificato, da eseguire entro 12 mesi dall’attività di certificazione volta a confermare il mantenimento della conformità;
III° anno: attività sorveglianza con conferma della validità del certificato, da eseguire entro 12 mesi dall’attività di sorveglianza, volta a confermare il mantenimento della conformità;
• IV° anno: attività di ricertificazione con rinnovo del certificato, da eseguire entro 12 mesi dall’attività di sorveglianza, volta a garantire il mantenimento della conformità.
 
 
 
Per richiedere preventivi, certificazioni e maggiori informazioni

CONTATTACI